Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Benvenuto nel sito della FLC CGIL di Torino
Coordinamento Metropolitano per una Scuola Libera e Pubblica per lunedì 30 marzo ore 20 PDF Stampa E-mail
 

Care compagne e cari compagni,

 

abbiamo organizzato un incontro del Coordinamento metropolitano per una scuola libera e pubblica per lunedì 30 marzo alle ore 20 presso l'Istituto Avogadro.

 

I contenuti del disegno di legge governativo (e la relativa relazione tecnica) confermano il giudizio radicalmente negativo già espresso in autunno sulla proposta della Buona scuola. Sarà l'occasione per mettere in rilievo il bluff che presiede l'intero disegno: dalle risorse necessarie a supportare gli obiettivi della prima parte del ddl, al piano straordinario di assunzioni sino alla progressiva de-contrattualizzazione del lavoro, di cui il ruolo manageriale del dirigente scolastico rappresenta solo l'aspetto più visibile. La proposta del ddl lascia in forma implicita e sottointesa il modello educativo e pedagogica di riferimento. Un progetto di "pedagogia neoliberista" al quale intendiamo contrapporre una pedagogia democratica e inclusiva.


La riunione di lunedì sarà anche l'occasione per concordare iniziative comuni di mobilitazione e di lotta.

Un caro saluto.
Igor Piotto 

 
INFORM@ATA numero 2 anno 2015 PDF Stampa E-mail
 

INFORM@ATA numero 2 anno 2015 SCARICA
 
In questo numero:

Posizioni economiche ATA:per il MEF il ripristino è dal 2015/2016.
Mobilità ATA 2015/2016: slitta la scadenza
Concorso 24 mesi ATA
Pubblicazione Graduatorie terza fascia definitive
DSGA in ruolo dal 2000: pronti presso le nostre sedi provinciali i modelli per l'istanza di ricostruzione di carriera
I sindacati proclamano lo stato di agitazione di tutto il personale della scuola
DSGA in ruolo dal 2000: il MIUR apre al confronto
 
FELEZIONI RSU 2015 - FLC CGIL primo sindacato. Si consolida il radicamento nei luoghi di lavoro. PDF Stampa E-mail
 

ELEZIONI RSU 2015

FLC CGIL primo sindacato. Si consolida il radicamento nei luoghi di lavoro.

 

Le elezioni RSU 2015 confermano la stabilità della FLC CGIL in tutti i comparti della conoscenza con significativi dati d’aumento. La FLC CGIL è il primo sindacato.

Nel comparto università la FLC CGIL registra un significativo incremento di consensi al Politecnico e raggiunge il 42% con 5 seggi assegnati (2 in più rispetto alle precedenti elezioni). Un dato che evidenzia la crescita di consensi alla CGIL e alla sua impostazione contrattualistica.

Nell'Università degli studi di Torino la FLC CGIL è il primo sindacato con il 37% dei consensi. Il dato ci consegna un riconoscimento del lavoro contrattuale svolto in questi anni e un’agenda di lavoro per i prossimi anni. Nei mesi scorsi la FLC CGIL di Torino ha promosso un’indagine sulla condizione di lavoro da cui emergono forti criticità ma anche possibilità per il nostro sindacato di un rafforzamento del nostro insediamento sindacale nei singoli luoghi di lavoro.

Nell'Alta formazione artistico musicale (AFAM) la FLC CGIL incrementa i consensi e conquista due seggi, rispettivamente al Conservatorio e all'Accademia delle Belle Arti.

Nel comparto Scuola la FLC CGIL rappresenta il primo sindacato con il 36% dei consensi distanziando di 10 punti in percentuale la CISL. La FLC CGIL mantiene una posizione significativa e predominante nella scuola dell'infanzia e primaria e si afferma nella scuola secondaria soprattutto nell'area metropolitana: in alcuni territori e in alcuni istituti superiori la FLC CGIL sfiora il 50% dei consensi.

Il bilancio del nostro sindacato si rafforza se consideriamo due dati correlati: l'alta partecipazione alle elezioni (è residuale il calo dei votanti rispetto al 2012) e la competizione elettorale. Rispetto al 2012 sono aumentate le liste presentate soprattutto nel comparto scuola. Nonostante l'aumento del numero delle liste la FLC mantiene un radicamento consistente.

Il risultato conseguito dalla FLC CGIL di Torino assume un ulteriore valore se consideriamo che le elezioni RSU si sono svolte in una situazione di grande sofferenza, accompagnata da spinte e involuzioni autoritarie che hanno avuto e hanno come epicentro le proposte di ristrutturazione aziendalistica promosse dal governo in carica (progetto sulla scuola, Dlgs 183/14 o “jobs act”).

Si tratta di un dato significativo che premia la serietà, il ruolo riconosciuto nei luoghi di lavoro, la professionalità e la generosità di coloro i quali si sono presentati come candidati in questa tornata elettorale.

E’ riconosciuto il lavoro sindacale d’anni, incardinato sul lavoro collettivo di un'ampia comunità di compagne e compagni che compongono la struttura e che garantiscono con il loro lavoro volontario le attività di consulenza nelle nostre sedi. Nella campagna elettorale e nelle assemblee abbiamo avanzato due richieste: garantire un'alta partecipazione e dare fiducia al progetto culturale e sindacale per una scuola democratica e inclusiva, alternativa ad una visione neoliberista dell'istruzione pubblica.

A queste due richieste le lavoratrici ed i lavoratori hanno risposto affermativamente.

La mobilitazione continua!

FLC CGIL Torino

 
Assemblea RSU FLC CGIL Torino - Assemblea RSU FLC CGIL Torino - 24 marzo, ore 16.30, Camera del Lavoro di Torino, Via Pedrotti 5 PDF Stampa E-mail
 

Assemblea RSU FLC CGIL Torino

Primo incontro di formazione

24 marzo, ore 16.30, Camera del Lavoro di Torino, Via Pedrotti 5

 

 

Care compagne e cari compagni,

a conclusione delle elezioni RSU 2015 convochiamo il primo incontro di formazione RSU.

Ci incontreremo il 24 marzo, ore 16.30, Camera del Lavoro di Torino, Via Pedrotti 5.

Per favorire la partecipazione abbiamo definito un calendario di incontri analoghi nelle zone strategiche della provincia:

23 marzo 2015 - Camera del lavoro di Moncalieri, C.so Trieste 23, dalle 16:30 alle 19.

25 marzo 2015 - Camera del lavoro di Collegno, Via Morandi 5, dalle 16:30 alle 19.

26 marzo 2015- Camera del lavoro di Settimo T.se, Via Matteotti 6, dalle 16:30 alle 19.

27 marzo 2015 - Camera del lavoro di Ivrea, P.zza Perrone 3, dalle 16:30 alle 19.

13 aprile 2015 - Sede CGIL di Pinerolo, Via Demo 6/8, dalle 16:30 alle 19.

 

17 aprile 2015 - Camera del lavoro di Susa, Piazza IV Novembre 15, dalle 16:30 alle 19.
 

La prima parte dell'incontro sarà dedicata ad una valutazione dei dati, per proseguire con temi più speficatamente contrattuali:

 

  1. I diritti sindacali della RSU

  2. I diritti negoziali della RSU

  3. Contenuti e problematiche connesse alla contrattazione di istituto.

 

Il primo incontro è rivolto alle RSU elette, alle candidate e ai candidati FLC CGIL, alle iscritte e agli iscritti che sono interessati ad approfondire i temi della contrattazione.

Obiettivo dell’ incontro è di estendere il ruolo della rappresentanza sindacale, non più circoscritta al perimetro della contrattazione ma allargata a tutte le tematiche che riguardano i progetti di riorganizzazione dell'istituzione scolastica.

Il disegno di legge sulla “buona scuola” (insieme ai decreti attuativi, al momento non pubblici) va a configurare un modello che è insieme modello pedagogico e assetto organizzativo, opposto a quello democratico sperimentato nei decenni precedenti e difeso generosamente da noi lavoratrici e lavoratori della scuola negli ultimi anni.

Restringere il ruolo della RSU allo spazio della contrattazione di istituto rischia di favorire l'indebolimento della rappresentanza sindacale; soprattutto se consideriamo il restringimento degli spazi negoziali e la riduzione delle risorse negoziabili di questi ultimi anni.

Durante l’incontro forniremo alcune informazioni generali, sarà distribuito materiale di orientamento e di approfondimento sulla contrattazione e una documentazione selezionata sui progetti di legge in materia di riorganizzazione scolastica.

I temi accennati saranno ulteriormente ripresi e approfonditi negli incontri successivi, insieme a un aggiornamento della normativa e dei provvedimenti legislativi.

Ulteriore obiettivo è quello di costruire una rete di RSU, prevedendo anche un decentramento organizzativo per favorire la socializzazione delle informazioni e delle iniziative, intercettare e raccogliere le istanze e le necessità che provengono da territori e realtà scolastiche: è fondamentale costruire una rete di solidarietà in un contesto storico che vedrà la nostra organizzazione particolarmente esposta nei luoghi di lavoro.

 

 

Siamo consapevoli che la disponibilità alla candidatura in questo periodo di sconforto, qualunquismo e superficialità autoritaria ha rappresentato per molti un gesto di generosità che costituisce per noi un fattore motivazionale e un elemento di rafforzamento non solo delle proposte che avanziamo ma anche dei valori in cui crediamo.

 

La candidatura nella FLC CGIL non ha rappresentato un fatto burocratico o la restituzione di un favore personale. La candidatura nella FLC CGIL ha rappresentato la disponibilità a lavorare per un progetto collettivo.

Questo costituisce la nostra forza e questo spiega il consenso del 36% delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola torinese. Un radicamento che dobbiamo alla disponibilità e alla generosità, per nulla scontata, di persone in carne e ossa che hanno creduto e credono in una scuola democratica.

 

Spero possiate prendere parte a questa riunione, essa costituisce un primo passaggio per rendere forte il ruolo della RSU nelle scuole e per costruire una rete di solidarietà della nostra comunità militante.

Un caro saluto

 
Pensando all'otto marzo.CPO FLC CGIL Torino e Piemonte PDF Stampa E-mail
 Pensando all'otto marzo.Com.PariOpportunità FLC CGIL  Torino e Piemonte
 
"Milioni di ragazze non ricevono un'istruzione a causa della povertà, del lavoro minorile, delle barriere istituzionali e tradizionali, del matrimonio precoce, della mancanza di sicurezza andando o tornando da scuola, della mancanza di servizi sanitari separati, delle molestie sessuali e della violenza nelle scuole, delle gravidanze indesiderate e del sovraccarico del lavoro domestico".
Dalla Dichiarazione delle organizzazioni del lavoro (Ituc, Ei, Psi)
 
Dichiarazione della Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC),dell'Internazionale dell'Educazione (EI) e dell'Internazionale dei Servizi Pubblici (PSI), per la 59^ sessione della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione delle donne, 9 - 20 marzo 2015, New York: Pechino +20 -Attuazione della Piattaforma d'Azione di Pechino
 
Pensando all'otto marzo.
 
La scuola e l'istruzione pubblica sono uno dei primi motori per realizzare un cambiamento. E' notizia d'oggi, 3 marzo, che i preannunciati Decreti legge riguardanti la riforma della Buona scuola non saranno proposti a favore di un disegno legge, dopo la firma di quarantaquattro deputati dei gruppi parlamentari di maggioranza di una lettera appello a sostegno delle detrazioni fiscali alle famiglie per promuovere la scuola privata. La stabilizzazione di 150.000 precari è rinviata, dopo tanta pubblicità, aggravando ulteriormente una condizione d'incertezza già alimentata dalle continue e variabili anticipazioni sul numero e sui criteri di scelta per le assunzioni.
Disinvestimento, anni di tagli di risorse umane e finanziarie, annunci ad effetto, demagogia, mortificazione delle retribuzioni e della dignità professionale delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola sono una responsabilità che riguarda anche il nostro paese.
Un indirizzo che continueremo a denunciare e contrastare con la nostra lotta e le nostre proposte.
 
"(…) Le sindacaliste puntano il dito contro l'indebolimento delle istituzioni del mercato del lavoro, le ulteriori misure d'austerità e le politiche neoliberiste perseguite in tutto il mondo negli ultimi anni: Molte riforme che stanno per essere negoziate avranno un impatto negativo sulla regolamentazione futura di pubblico interesse, e rappresenteranno una minaccia seria per la democrazia perché i negoziati hanno luogo senza controllo parlamentare. Perciò è necessaria una nuova architettura dell'economia globale e locale nella quale il lavoro dignitoso, l'accesso universale alla protezione sociale, un'agenda economica a favore della cura e della sostenibilità ambientale siano i punti cardine. Le sindacaliste chiedono ai responsabili politici un cambiamento coraggioso (…) dall'inazione ad investimenti mirati e a riforme del lavoro volte a costruire un mercato del lavoro inclusivo che assicuri la parità d'accesso delle donne ad un lavoro retribuito e dignitoso, che includa la rappresentanza delle donne nel processo decisionale e l'accesso a servizi pubblici di qualità e ad un'istruzione di qualità".
 
http://www.rassegna.it/articoli/2015/03/02/119362/donne-e-lavoro-i-sindacati-chiedono-piu-coraggio-ai-governi
 
 
Sosteniamo il voto alle elezioni RSU nei nostri posti di lavoro, sosteniamo le candidate e i candidati Flc Cgil e soprattutto la partecipazione di tutte e tutti. L'affermazione della FLC CGIL consoliderà il nostro impegno per ritrovarci e provare ad elaborare insieme un documento d'orientamento riguardo alle ricadute di genere a proposito di contratto, contrattazione integrativa e, non ultimo, i disegni di legge che hanno come oggetto la pubblica istruzione e la "Buona scuola".
 
 per Com..Pari Opportunità FLC CGIL Piemonte
 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>

Pagina 1 di 111
SEO by Artio
Banner
Il nostro fascicolo di avvio anno scolastico 2014/2015
Banner
Banner
Banner

ULTIME DALLA CGIL

CGIL Nazionale - News

Sondaggi

Joomla! è utilizzato per?
 

Iniziative

Banner

Calendario

Non ci sono eventi al momento.

Login