Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Notizie
Fondo pensioni Espero: il 26, 27 e 28 aprile si vota PDF Stampa E-mail
Scritto da Flc Cgil Torino   
Venerdì 27 Aprile 2018 07:45
 

www.flcgil.it/attualita/previdenza/fondo-pensioni-espero-il-26-27-e-28-aprile-si-vota-per-rinnovare-l-assemblea-dei-soci.flc

Il 26, il 27, il 28 aprile 2018 si svolgeranno le elezioni per rinnovare l’assemblea dei delegati del Fondo Espero. La FLC CGIL concorre insieme alla CISL scuola e alla UIL Scuola Rua con la lista unitaria “Insieme per il futuro”.

Certificato elettorale

Per poter votare è necessario essere in possesso del certificato elettorale.

Il certificato elettorale (già disponibile dal 28 marzo) è nominativo e può essere scaricato dalla propria posizione individuale del fondo alla quale si può accedere con due diverse modalità:

Raccomandiamo a tutti gli iscritti al fondo Espero di scaricare, (salvare e/o stampare) il certificato elettorale per tempo in modo da averlo già disponibile nei giorni del voto.

Recupero credenziali

Qualora si fossero smarrite le credenziali per accedere all’area riservata del Fondo Espero, abbiamo predisposto apposite slide per il recupero. 

Come si vota

Si voterà con modalità online ininterrottamente dalle ore 8.00 del 26 aprile alle ore 24.00 del 28 aprile.

Le nostre sedi sindacali sono a disposizione per le informazioni relative alla modalità di voto.

È importante votare per far sentire la propria voce nel Fondo Espero. È importante votare la lista unitaria “Insieme per il futuro”, contrassegnata dal numero 1, per avere la garanzia di essere rappresentati e tutelati.

 
RSU 2018 Comunicato FLC CGIL PDF Stampa E-mail
Scritto da flc cgil torino   
Domenica 22 Aprile 2018 12:54
A dati non ancora definitivi, il comunicato per il Piemonte

Elezioni RSU 2018 – Comunicato FLC CGIL Piemonte

 

La FLC CGIL si conferma come il sindacato più rappresentativo in Piemonte, nel capoluogo torinese, a Novara-VCO, Asti, Alessandria e Biella.

Una complessiva e significativa  affermazione su tutto il territorio regionale che registra una flessione nel comparto Scuola, il consolidamento per il Comparto Afam (Conservatori e Accademie), la presenza come sindacato maggioritario nei tre Atenei piemontesi - Università degli studi di Torino, Politecnico, e Piemonte Orientale (Vercelli) con una percentuale che supera il 47% e con la maggioranza assoluta di eletti nel comparto Ricerca.

Le elezioni per il rinnovo RSU 2018 hanno visto un calo in proporzione dei votanti rispetto al 2015 e  hanno attestato il generale consenso verso il sindacalismo confederale rispetto a sindacati corporativi che hanno fatto della divisione dei lavoratori una ragione d'essere organizzativa e politica. 

Si tratta di un voto che ci consegna una fiducia complessiva sul lavoro svolto ma anche una sollecitazione a rafforzare il difficile equilibrio tra la tutela individuale e la contrattazione collettiva, in una prospettiva di solidarietà tra lavoratori che costituisce la caratteristica del sindacalismo confederale italiano e l'identità specifica della CGIL. 

Il voto non costituisce esclusivamente lo specchio di una competizione, come si coglie da alcuni stravaganti comunicati, il voto consegna ad ogni organizzazione sindacale che sia di profilo anche elementi di riflessione e analisi.
Nei prossimi giorni analizzeremo i dati definitivi al fine di rafforzare le criticità emerse in questa tornata elettorale e di valorizzare al meglio la nostra forza e la nostra strategia. 

Questa è prima di tutto l'occasione per ringraziare quanti hanno scelto di dare fiducia alla FLC CGIL, quanti hanno offerto la loro disponibilità a candidarsi e le strutture territoriali per il lavoro svolto in questi anni, giorno per giorno a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto Istruzione e ricerca. 

La mobilitazione continua 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 22 Aprile 2018 13:00
 
ANCORA UNA VOLTA UN INSEGNANTE AGGREDITO. ORA BASTA. PDF Stampa E-mail
Scritto da flc cgil torino   
Sabato 07 Aprile 2018 08:20
 
ANCORA UNA VOLTA UN INSEGNANTE AGGREDITO. ORA BASTA.
Comunicato Flc Cgil Torino

Dopo Alessandria, Parlermo, oggi a Torino. Ancora una volta un insegnante aggredito, oggi da un genitore in un eccesso di difesa del figlio, sanzionato per un ritardo.
Fatti molto gravi e preoccupanti per la frequenza ormai quasi quotidiana. Gli insegnanti sono divenuti il bersaglio principale e il segno di una degenerazione del rispetto riguardo alla scuola, riguardo a chi esercita un ruolo educativo e del disvalore verso l'istruzione e la cultura.

Con fermezza occorrono tutela e interventi da parte delle istituzioni che chi insegna rappresenta, con fermezza occorre sostenere e dare valore la scuola pubblica e di stato.

Dalla Flc Cgi, piena solidarieta', sostegno concreto, tutela legale uniti all'impegno quotidiano per la dignita' di chi lavora e delle professioni educative, per rinsaldare il rapporto di fiducia tra scuola, allievi e famiglie, per interrompere un' inaccettabile catena di aggressioni.

FLC CGIL TORINO












Ultimo aggiornamento Sabato 07 Aprile 2018 08:24
 
POLITECNICO di TORINO RSU FLC CGIL.Il nostro programma. PDF Stampa E-mail
Scritto da Flc Cgil Torino   
Venerdì 06 Aprile 2018 07:51
POLITECNICO di Torino RSU Flc Cgil

 

Il nostro programma

 


ELEZIONI RSU 17-19 aprile 2018

LA RSU RAPPRESENTA I LAVORATORI NEI LUOGHI DI LAVORO E LI RAPPRESENTA TUTTI


 

Il prossimo 17, 18 e 19 aprile 2018 nei luoghi di lavoro di tutta la Pubblica Amministrazione si vota per il rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU). Si vota per rinnovare le RSU anche qui, nel Politecnico di Torino e anche qui si tratta di una occasione da non perdere per far sentire la nostra voce, per contare di più, per difendere i nostri interessi, per occuparci di noi, delle nostre condizioni di lavoro, delle nostre retribuzioni, delle nostre opportunità di carriera, delle nostre stabilizzazioni, ma anche del welfare, della nostra salute e delle nostre famiglie, del nostro tempo libero: in una parola della nostra vita.

Una prova di democrazia

Queste elezioni saranno in tutte le sedi della Pubblica Amministrazione una prova di grande democrazia ed è importante che tutte e tutti vadano a votare: per i compiti che le future RSU avranno e per la forza che ne potranno ricevere.

La FLC CGIL è il sindacato più rappresentativo nelle Università con il 32,72% di consensi complessivo ed è il maggiormente rappresentativo anche in tutti gli altri comparti della conoscenza: Scuola, Ricerca e Afam. Ricordiamo che grazie alla nostra tenacia e determinazione nel dare piena rappresentanza al personale precario anche i lavoratori a tempo determinato hanno potuto e potranno votare e sono stati e potranno essere eletti com’è avvenuto nelle passate elezioni del 2015.

Al Politecnico di Torino la lista FLC CGIL è l’unica ad avere raccolto disponibilità e sostegno del massimo numero di colleghe e colleghi candidabili: 16 di cui 2 precari. La FLC CGIL è l’unica lista presente nei 3 atenei piemontesi con complessivamente ben 44 candidat@.

Un primo segnale positivo che intendiamo sostenere con impegno e passione per consolidare e allargare il nostro consenso.


 

FLC CGIL in contrattazione di Ateneo si impegnerà in modo particolare su:

Trattamento accessorio (maggiore equità e aumento fondi pta)

MAGGIORE EQUITÀ E TRASPARENZA: attraverso una profonda revisione dell’“Accordo integrativo sul salario accessorio” bocciato dal 95,3% dei lavoratori nel referendum dello scorso giugno 2017 al fine di: distribuire in maniera maggiormente equilibrata gli importi tra le strutture (amministrazione, servizi o dipartimenti) e tra i singoli lavoratori, aumentare e consolidare strutturalmente maggiori risorse disponibili per il PTA, dare maggiore trasparenza, semplificare e rendere maggiormente oggettivi i meccanismi di distribuzione, ridurre le “distorsioni”.

AUMENTO DEI FONDI PER IL PTA:

  • Incrementare le risorse variabili disponibili per il PTA da disponibilità di bilancio attraverso un progetto di Ateneo (art. 23 DL 75/2017);

  • regolamentando e rendendo esigibili i pagamenti degli incentivi per funzioni tecniche previsti dall’art. 113 DL 50/2016 per lavori, servizi e forniture (di cui una parte ~ 68% è distribuita ai dipendenti direttamente coinvolti e una parte ~ 32% al restante personale);

  • rendendo strutturale l’aumento di 1.620.000 di risorse aggiuntive (valido fino al 2019) e le modalità di distribuzione (valide solo per il 2017) che non prevedono criteri discrezionali/“contorti” del modello bocciato dal 95,3% del PTA ma una distribuzione di ~ 75% per tutto il PTA e di ~ 25% per aumentare le indennità di posizione (EP) e di responsabilità/funzione specialistica (B, C e D);

  • aumentando le risorse stabili per compensare incremento della dotazione organica di Ateneo (artt. 63, 64 bis CCNL);

  • aumentando le risorse variabili per compensare ampliamento servizi esistenti e attivazione nuovi servizi (artt. 63, 64 bis CCNL).

OPPORTUNITÀ DI CARRIERA (Progressioni economiche orizzontali e verticali - PEO e PEV)

  • Piano pluriennale 2018/2020 con almeno 35/40 posizioni per ciascun anno di Progressioni Economiche Verticali (PEV);

  • Piano di procedure selettive riservate per valorizzare le professionalità interne (art. 22 c. 15 DL 75/2017);

  • Programmare le risorse e un piano per un nuovo programma di Progressioni Economiche Orizzontali (PEO).

superamento del precariato (stabilizzazioni, concorsi, proroghe)

Dopo le 85 stabilizzazioni già deliberate (di cui 57 già attuate) un piano pluriennale 2018/2020 con adeguata programmazione finalizzata alla stabilizzazione di tutti i tempi determinati in servizio attraverso:

  • Stabilizzazione di tutti i tempi determinati in servizio in possesso dei requisiti previsti dall’art. 20 c. 1 DL 75/2017;

  • Proroghe per tutti i tempi determinati in servizio non destinatario dell’art. 20 c. 1 c. 2 DL 75/2017;

  • Piano pluriennale di concorsi a tempo indeterminato 2018 – 2020;

  • Adeguata destinazione di Punti Organico Ministeriali dell’Ateneo al PTA.

Indennità più trasparenti e più giuste (Posizione, responsabilità/funzione specialistica. disagio, reperibilità)

Revisione e trasparenza dei criteri generali di attribuzione, valutazione e aumento delle indennità di posizione (EP) e di responsabilità e funzione specialistica (B, C e D), “organigramma” delle posizioni maggiormente equilibrato e indipendente dalle persone che le andranno a rivestire.

Revisione e trasparenza dei criteri generali di attribuzione e aumento delle indennità di disagio valutando eventuali compiti e mansioni del PTA che comportano oneri, rischi o disagi particolarmente rilevanti, anche introducendo l’indennità per attività “front office” al servizio degli studenti (come avviene ad UNITO e UPO), l’indennità per attività legate alle “squadre di emergenza”, rivedendo importi e caratteristiche dell’indennità per “missioni” (“simildiaria”).

Trasparenza criteri generali di attribuzione dell’indennità di reperibilità, valorizzazione delle professionalità e delle conoscenze della struttura, della logistica, dell’impiantistica e dei sistemi tecnologici, informatici e di comunicazione patrimonio del personale interno.

Organizzazione del lavoro, valorizzazione del PTA, formazione

Corsi di aggiornamento e formazione professionale (art. 54 CCNL) con accesso trasparente e aperto a tutto il PTA al fine di offrire opportunità di sviluppo professionale e retributivo e di adeguare le competenze alle esigenze di sviluppo qualitativo dei servizi dell’Ateneo.

Politiche di valorizzazione e attenzione per il PTA, anche per superare azioni che sembrano avere aspetti clientelari a discapito delle professionalità e competenze presenti in Ateneo, attraverso: - razionalizzazione e semplificazione di processi e procedure amministrative e gestionali; - mappatura professionalità e competenze presenti; - regole chiare per dare pari opportunità e trasparenza alla mobilità interna; - definizione pianta organica equilibrata tra amministrazione e dipartimenti; - monitoraggio pensionamenti e monitoraggio professionalità, anche innovative, necessarie al buon funzionamento dell’Ateneo.

Lettori/Cel (parità di trattamento lettori, ex lettori e cel)

Definire un Accordo integrativo per lettori, ex lettori e cel anche tenendo conto delle disposizioni previste ai sensi dell’art. 11 L. 167/2017.

Diritti, tutele E benessere lavorativo (Buono pasto, banca delle ore, telelavoro, smart working, disabilità)

Aggiornamento del vademecum di diritti e tutele a cui il PTA ha diritto di accedere, interpretando e chiarendo in forma aperta e non restrittiva come utilizzarne tutte le tipologie e indicando motivazioni, modalità di fruizione, trattamento economico e norme di riferimento.

Ridefinizione della “banca delle ore” (art. 31 CCNL), definizione di un regolamento per il telelavoro e per lo smart working aperto, moderno e non restrittivo al fine di conciliare i tempi di vita e lavoro.

Programma per migliorare condizioni di lavoro e integrazione lavorativa di colleghi/e con disabilità/handicap (L. 68/1999) con attuabilità e disponibilità, anche tecnologiche, che permettano la piena espressione personale e professionale della persona con disabilità (attualmente circa 41 e presto circa 46 colleghi/e disabili sono in servizio al PoliTO). Programma per sostenere e agevolare colleghe/i destinatari o che devono assistere familiari con disabilità/handicap (L. 104/1992).

Gestione nuove card mensa e applicazione norme per l’attribuzione del buono pasto al PTA non restrittiva e favorevole per il PTA.

Pagamento TFS/TFR (in 15 mesi invece che 27)

Progetto per definire la possibilità di ottenere il pagamento del TFS/TFR anticipato a 15 mesi invece che 27 mesi (art. 1 comma 484/485 L. 147/2013 e art. 1 c. 5 DL 90/2014).

Welfare di Ateneo (~ 3.600.000 per il personale)

Rafforzare e rendere pienamente esigibile il welfare di Ateneo (~ 3.600.000 per il personale) monitorando l’effettivo miglioramento di servizi/iniziative già attive:  Micronido/Babyparking, - assistenza anziani/disabili,  polizza sanitaria (con spese dentistiche),  contributi mobilità; e l’avvio di nuovi servizi/iniziative: - conto welfare (borsellino da 2.000€/dip.) che prevede il rimborso spese per educazione/istruzione dei familiari e assistenza anziani;  - l’acquisto di beni e servizi per la cultura, tempo libero, sport e assistenza sociale. Inoltre sarà verificata l’implementazione dell’erogazione dei sussidi per gravi necessità personali o familiari.


 

Vi invitiamo a votare e sostenere i candidati e le candidate FLC CGIL per dare valore alla rappresentanza e per dare forza al sindacato della contrattazione e dei diritti.


 

 
Il lavoro è dignità - Indagine sulle condizioni di lavoro degli insegnanti nella scuola torinese - Giovedì 12 aprile ore14.30-18.00 - Aula Magna Liceo Regina Margherita Via Valperga Caluso 12, Torino PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   
Mercoledì 04 Aprile 2018 15:55
 

Il lavoro è dignità

Indagine sulle condizioni di lavoro degli insegnanti nella scuola torinese

 

 

Giovedì 12 aprile ore14.30-18.00

Aula Magna Liceo Regina Margherita Via Valperga Caluso 12, Torino

 

 

La FLC CGIL di Torino e del Piemonte con il Dipartimento di Culture, Politica e Società dell'Università degli Studi di Torino e con il supporto del Cidi di Torino organizzano un incontro seminariale di presentazione dei dati quantitativi di una ricerca che ha avuto come oggetto d’indagine le condizioni di lavoro degli insegnanti nella provincia di Torino.

 

La ricerca ha seguito uno sviluppo metodologico ampio e articolato.

Una prima fase della ricerca è stata caratterizzata da specifici focus group a cui hanno partecipato insegnanti di diversi orientamenti culturali e sindacali. L’esperienza del focus group ha riguardato Torino, ma anche Bari, Ancona e Cagliari. Successivamente sono state effettuate interviste in profondità a docenti dei differenti ordini di scuola.

I dati presentati durante l'incontro riguardano la somministrazione di un questionario su un campione statisticamente rappresentativo della realtà lavorativa torinese.

A partire dal perimetro circoscritto all'area metropolitana della provincia di Torino, l'indagine apre uno scenario di riflessione e analisi che supera il territorio di riferimento e offre un contributo alla ricostruzione critica del profilo docente su scala nazionale.

 

Programma dell'incontro

  • Saluto Enrica Valfré, Segretaria Generale CGIL Camera del Lavoro Torino
  • Introduzione ai lavori Luisa Limone, Segretaria Generale FLC CGIL Torino
  • Presentazione e discussione dei dati

Gian Carlo Cerruti, docente di Sociologia dell'organizzazione - Università di Torino 

Igor Piotto, Segretario Generale FLC CGIL Piemonte

  • Dibattito e interventi
  • Conclusioni Francesco Sinopoli, Segretario Generale Nazionale FLC CGIL

 

Nel mese di novembre è prevista la presentazione complessiva della ricerca con un' integrazione tra la parte qualitativa (focus group, interviste in profondità) e la parte quantitativa (questionari somministrati).

 

 SCARICA LOCANDINA

 

Per informazioni e adesioni Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Per partecipare in caso di impegni di servizio: il seminario si configura come attività di formazione e aggiornamento autorizzata ai sensi degli artt. 64 e 67 del CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola, con esonero dal servizio e sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>

Pagina 1 di 57
SEO by Artio
Banner
Banner

Iniziative

Banner

Calendario

Non ci sono eventi al momento.

Login